Tutorial: Trading Swing

aggiornato: 24 Mar 2020

Il trading swing è un approccio agli investimenti finanziari che mira a ottenere profitti dai mercati finanziari su periodi di tempo che vanno da pochi giorni fino a molte settimane.

I trader swing utilizzeranno spesso tecniche di analisi fondamentale oltre alle consuete tecniche di analisi tecnica sui grafici dei prezzi. In particolare il trading swing utilizza le strategie di analisi tecnica che permettono di identificare nuove opportunità quando sono ancora nella loro fase iniziale.

Tutorial Trading Swing

PUNTI DI POSIZIONE PER LO SWING TRADING

La durata delle posizioni nel trading swing generalmente si estende su più sessioni di mercato ma non oltre qualche settimana. Ovviamente si tratta solo di una tendenza generale e alcune operazioni swing potrebbero richiedere periodi più lunghi (come un paio di mesi). Infatti è proprio il mercato che decide quanto a lungo una posizione deve essere mantenuta. Quindi la durata delle operazioni di trading swing dipende dalla strategia o tattica impiegata.

Una strategia di trading swing cerca principalmente di catturare la parte più significativa di un trend di mercato futuro. Molti trader swing si concentrano su strumenti ad alta volatilità mentre altri preferiscono quelli più stabili e lenti nei cambiamenti. In entrambi i casi il trading swing presuppone l'individuazione della direzione più probabile che prenderà il prezzo al suo prossimo importante cambiamento di prezzo, stabilire a che prezzi entrare nel mercato, fissare il rischio con stop loss e catturare i profitti della variazione del prezzo con un buon take profit. I trader di successo si attengono a questi principi e calibrano uscita e entrata dal mercato in modo da essere sempre pronti a sfruttare la prossima opportunità fornita dal mercato.

TRADING SWING: RENDIMENTO-RISCHIO

Per avere successo nello swing trading è necessario essere in grado di avvicinarsi al mercato con una chiara impostazione per quanto riguarda rendimento e rischio. Per ogni posizione, dopo aver analizzato il grafico dei prezzi dello strumento, il trader determina quando entrare nel mercato, dove impostare lo stop loss e la strategia da adottare per raccogliere i profitti.

Ad esempio, se uno strumento è in grado di fornire sulle posizioni in acquisto un rendimento di tre euro per ogni euro a rischio, questo crea un rapporto rendimento-rischio di 3 a 1. Il rapporto 3 a 1 sta generalmente alla base di tutte le strategie di trading swing. Se un'operazione ha un rapporto inferiore a 3 a 1, generalmente conviene lasciar perdere e aspettare la prossima occasione sul mercato.

TRADING SWING: INTERVALLI TEMPORALI

Data la natura a breve termine delle posizioni nel trading swing, non c'è da sorprendersi se la maggior parte delle decisioni vengono prese basandosi sull'analisi tecnica. Detto questo, non c'è assolutamente nulla di sbagliato se si vuole aggiungere dell'analisi fondamentale per migliorare il quadro generale della strategia.

Ad esempio, se un trader swing individua un'opportunità al rialzo sul grafico dei prezzi, non fa mai male controllare se i fondamentali dello strumento sono in grado di supportare una crescita dei prezzi. Bisogna sempre ricordarsi però che ogni strategia basata sull'analisi fondamentale ha comunque bisogno di stabilire precisi punti di entrata e uscita dal mercato. E qui entra in gioco l'analisi tecnica che per essere svolta come si deve necessita di avvicinarsi al grafico dei prezzi alternando vari intervalli temporali.

Ad esempio, i trader che si concentrano sul breve periodo cominceranno guardando il grafico a un'ora per capire il trend dominante nel mercato. Una volta identificato un trend sostenibile andrà alla ricerca di pullback sia sui trend in rialzo che su quelli al ribasso, usandoli come punti ideali di entrata nel mercato.

Tutorial Trading Swing

Tali pullback verranno individuati guardando ad un intervallo temporale più breve sul grafico, ad esempio 15 minuti.

TRADING SWING: I VANTAGGI

  • Il trading swing richiede meno gestione e ruba meno tempo rispetto al day trading
  • I trader swing riescono a catturare la maggior parte dei trend a breve periodo sul mercato massimizzando i profitti
  • Nel trading swing ci si può concentrare prevalentemente sull'analisi tecnica, semplificando il processo di selezione dei punti di entrata e di uscita

TRADING SWING: GLI SVANTAGGI

  • Le posizioni aperte nell'ambito trading swing sono esposte al rischio tra una sessione e la successiva e al rischio dovuto alla chiusura nel fine settimana
  • Inversioni inattese del mercato possono portare a perdite
  • Il trading swing si concentra prevalentemente su opportunità a breve periodo, il che può portare a perdere occasioni sul lungo termine

STRATEGIE PER TRADING SWING

Dato che il termine trading swing raccoglie un ambito abbastanza vasto di strategie, non è facile isolarne alcune da illustrare. Ecco alcune delle tattiche spesso usate con successo dai trader swing:

  • Studio delle candele
  • Fibonacci Retracement
  • Supporti e resistenze
  • Indicatori e oscillatori

Negli esempi che seguono vedremo come i trader combinano alcune di queste tattiche per individuare opportunità sul mercato.

Nel primo esempio guarderemo a un classico segnale di inversione sulle candele giapponesi. Dopodiché parleremo di alcuni metodi per identificare elementi di analisi tecnica di supporto visibili sul mercato che potrebbero suggerire nuove opportunità di trading.

Tutorial Trading Swing

Nel grafico sovrastante possiamo vedere una doji gravestone che indica la possibile fine di un trend rialzista dei prezzi. Già di per se il doji gravestone è una candela molto importante e in grado di segnalare un'opportunità di trading.

Ma un segnale si rafforza quando si individuano altri segnali che portano ulteriori evidenze a favore dell'andamento futuro che suggerisce (un'inversione al ribasso in questo caso).

Tutorial Trading Swing

Guardando più attentamente lo stesso grafico possiamo vedere che il momentum di mercato era già al ribasso. In altre parole lo strumento di sta affacciando a un trend ribassista. Parimenti possiamo aggiungere l'indice di forza relativa RSI al grafico per guardare l'evolversi dei prezzi dello strumento da un'altra prospettiva. Così appare chiara la divergenza ribassista in ipercomprato allineata con il doji gravestone.

Ora abbiamo sufficiente evidenza che sta per iniziare un trend al ribasso e quindi procediamo aprendo una posizione in vendita. Fissiamo lo stop loss per la posizione al massimo della candela ribassista.

Tutorial Trading Swing

Nel prossimo esempio individueremo un trend rialzista da sfruttare nella nostra strategia di trading swing. In questo caso vediamo una coppia di candele in engulfing rialzista a ridosso di un supporto. La combinazione di questi due fattori positivi è sufficiente a spingerci ad aprire una posizione in acquisto con stop loss appena sotto il supporto e take profit secondo un rendimento-rischio di 3 a 1.

Trading Swing Tutorial

Ora vediamo come i retracement di Fibonacci giocano un ruolo fondamentale in molte strategie di trading swing. Nel grafico dei prezzi dei bitcoin vediamo che i prezzi sono tornati al 50% Fib dopo un trend ribassista e hanno raggiunto una resistenza storica. Il verificarsi di entrambe queste condizioni si permette di aprire una posizione in vendita sui bitcoin con stop loss appena sopra la resistenza.

Swing Trading Tutorial

Nell'ultimo esempio vediamo una coppia di candele in engulfing ribassista sul grafico dello strumento. Allo stesso tempo l'RSI indica una chiara inversione da una situazione di ipercomprato. Combinando questi due segnali, indicatore e candele, apriamo una posizione in vendita con stop loss al massimo della coppia di candele in engulfing ribassista.

TRADING SWING VS DAY TRADING

Esistono delle differenze chiave tra day trading e trading swing. Il trading swing tende ad assumere posizioni che vanno ben oltre la sessione giornaliera mentre il day trading presuppone una o più posizioni all'interno della stessa giornata.

Mantenendo le posizioni più a lungo il trading swing è esposto al rischio associato all'imprevedibilità dell'andamento tra una sessione e l'altra. I trader swing utilizzano mediamente posizioni più piccole se confrontate con quelle dal day trading (e con leva ridotta). I maggiori rischi sottolineano l'importanza di fissare stop loss efficaci.

SINTESI

  • Le operazioni trading swing possono durare da alcuni giorni a qualche settimana e mirano a catturare i movimenti di prezzo previsti.
  • Il trading swing impiega varie strategie basate sull'analisi tecnica per identificare inversioni di breve periodo in trend di mercato più ampi.
  • La scelta di effettuare una determinata operazione è tanto più forte quanti più indicatori o andamenti la supportano.
  • Il rendimento-rischio ideale e minimo per un trader swing e di 3 a 1, se si vogliono mantenere buoni livelli di profitto.
  • Il trading swing è esposto ai rischi di mercato impliciti tra una sessione di mercato e quella successiva e quindi punta a importi più piccoli, leva ridotta e stop loss accurati.

CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money rapidly due to leverage . 68 % of retail investor accounts lose money when trading CFDs with this provider . You should consider whether you understand how CFDs work, and whether you can afford to take the high risk of losing your money .